spacer.png, 0 kB

   
 
 
     
spacer.png, 0 kB
Home arrow NEWS arrow Bus turistici, via libera al nuovo regolamento
Bus turistici, via libera al nuovo regolamento
venerdì 14 marzo 2014
Sconti "green", multe salate e tariffe più alte in centro

Il piano partità in via sperimentale per sei mesi, durante i quali sarà modificabile, prima dell'ok definitivo. Gli introiti saranno destinati alla ciclabilità. Pd: "Pronti per la canonizzazione dei de Papi"

"Stop al caos a San Pietro", con tariffe più alte man mano che ci si avvicina a San Pietro, regole specifiche per le aree di sosta e salita-discesa e accesso solo su prenotazione all'area vaticana il mercoledì, la domenica e in occasione di eventi speciali. Inoltre, chi più inquina, più paga, visto che l'ingresso nella zona dell'anello ferroviario sarà consentito solamente a partire dagli Euro 4, mentre per gli Euro 2 e gli Euro 3 con filtro antiparticolato arriva una maggiorazione delle tariffe (dal 15% nel 2014 al 30% nel 2015, fino al 45% nel 2016), mentre gli Euro 5 e gli Euro 6 avranno riduzioni di tariffe tra il 10 e il 20% fino al 2016, e dal 2021 saranno gli unici a poter accedere all'area dell'anello ferroviario. Infine, "meno torpedoni in città", con il tetto massimo per il rilascio dei permessi annuali limitato a 1.300 unità.

Sono queste le novità principali del nuovo Piano per i bus turistici firmato dall'assessore ai Trasporti di Roma Capitale, Guido Improta, che è stato approvato oggi dall'Assemblea capitolina: dopo il superamento dell'ostruzionismo dell'opposizione - diversi gli ordini del giorno 'stroncati' dagli uffici comunali e anche gli emendamenti ritirati dalla minoranza - l'Aula ha infatti dato l'ok definitivo con 29 voti favorevoli, 4 contrari e 2 astenuti.

Il nuovo piano sarà sperimentale per sei mesi, come da emendamento presentato da Pd e Sel e approvato dall'Aula. In questo lasso di tempo in caso di problematiche il regolamento potrà essere modificato, per poi tornare nuovamente in aula per l'approvazione definitiva.

La delibera, dunque, va a modificare il vecchio regolamento per la circolazione e la sosta dei pullman nelle ztl Bus 1 e ztl Bus 2, in vigore dal 2010. Aumentando la tariffa standard da 144 a 200 euro, il Piano dell'amministrazione introduce il principio della fidelizzazione, mediante pagamento con addebito permanente bancario, con agevolazioni per i 'clienti abituali', che beneficeranno di una riduzione del 10% sulle tariffe agevolate per i mezzi meno inquinanti.

Fissate anche le sanzioni: chiunque acceda nelle zone ztl Bus 1 e ztl Bus 2 senza aver provveduto alla registrazione e all'acquisto del permesso sarà soggetto a una multa più salata, 500 euro contro i 380 di prima, con il ritiro temporaneo del permesso per 7 giorni in caso di prima violazione, ma a salire in caso di recidività. "Cerchiamo di rendere strutturali le misure per fronteggiare la congestione soprattutto nel I e nel XIII municipio", in particolare per tutta la direttrice che dall'Aurelia va verso San Pietro, aveva spiegato Improta già in occasione dell'approvazione del Piano da parte della giunta il 25 novembre scorso. Sottolineando che "abbiamo ipotizzato tariffe diverse in funzione dell'area di sosta degli autobus". Per cui, chi deciderà di parcheggiare alla stazione Aurelia pagherà una tariffa più bassa rispetto a chi si fermerà a largo Cardinal Micara, che a sua volta pagherà meno di chi sosterà al terminal Gianicolo.

"Abbiamo poi creato nuovo stalli presso le stazioni Termini, Ostiense e Tiburtina, con sistemi di videosorveglianza- aveva aggiunto sempre l'assessore- Abbiamo previsto una riduzione del 20% delle tariffe per chi programmerà il viaggio a Roma nei mesi di gennaio, febbraio e agosto, con l'obiettivo di favorire la stagionalizzazione". La nuova regolamentazione "è stata condivisa con gli operatori turistici italiani e stranieri e con i territori. Il tutto di concerto con l'assessorato al Commercio". E dal punto di vista economico, ha concluso l'assessore, "dalle stime che abbiamo fatto il nuovo dispositivo produrrà circa 2,5 milioni di ricavi in più all'anno, che verranno destinati al Piano della ciclabilità approvato dall'amministrazione Alemanno ma che non aveva finanziamenti", secondo l'ordine del giorno presentato dal grillino Enrico Stefano e approvato insieme alla delibera.

"Abbiamo approvato un regolamento importante sulla circolazione e la sosta dei bus turistici che consentirà all'Amministrazione di arrivare preparata all'appuntamento della canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II e di Papa Giovanni XXIII, e gestire al meglio il flusso dei turisti che arriveranno a Roma per il prossimo 27 aprile" dichiarano in una nota il capogruppo del Pd in Campidoglio, Francesco D'Ausilio, e il coordinatore della maggioranza, Fabrizio Panecaldo.
"E' un provvedimento a carattere transitorio e sperimentale, che ci consentirà di continuare un lavoro di monitoraggio per sei mesi. Attraverso il lavoro delle commissioni consiliari competenti- concludono- miglioreremo il regolamento e raccoglieremo nuove indicazioni e soluzioni".

FONTE LA REPUBBLICA 13 marzo 2014

 
< Prec.   Pros. >

Assistenza

Carrozzerie
Officine

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Statistiche

Abbiamo 1 utente online
Utenti web: 7277
Notizie ed Articoli: 1326
Operatori registrati: 59898
Prenotazioni (2018): 4111
Visitatori: 9777855
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB